Milano Fashion Institute è un consorzio interuniversitario per l'alta formazione nel campo della moda fondato nel 2007 da tre università milanesi: l'Università Bocconi, l'Università Cattolica e il Politecnico, il cui obiettivo è la creazione di un polo formativo multidisciplinare di eccellenza a livello internazionale.
I tre atenei svolgono un ruolo di primaria importanza nel panorama universitario internazionale e vantano una consolidata esperienza nelle attività di ricerca e di formazione rivolta alle imprese moda nell'ambito del management, della comunicazione e del design.
La creazione di Milano Fashion Institute promuove professionalità formate in base alla trasversalità e interdisciplinarietà delle competenze degli Atenei. 

Milano Fashion Institute si qualifica pertanto come un'iniziativa unica in Europa. Sul piano formativo sono infatti coinvolti studiosi e ricercatori delle discipline economiche e gestionali della Faculty dell'Università Commerciale Luigi Bocconi, delle scienze sociali e della comunicazione della Faculty dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, delle discipline tecnologiche e del design della Faculty del Politecnico di Milano.

Usualmente i programmi formativi rivolti al mondo della moda coinvolgono solo una o due di tali aree disciplinari e non riescono quindi a introdurre gli studenti alla vastità delle problematiche che caratterizzano i processi ideativi, produttivi e comunicativi delle imprese di moda. 

La didattica di Milano Fashion Institute si propone invece di fornire agli studenti competenze specialistiche multidisciplinari per gestire efficacemente l'intero processo progettuale, produttivo, creativo, di commercializzazione e di comunicazione dei prodotti moda e lifestyle.


Nel 2011 Milano Fashion Institute avvia il processo di internazionalizzazione di tutti i Master post graduate.
Nel 2012, il modello educativo e didattico di Milano Fashion Institute diviene oggetto di studio ed è presentato ad Hong Kong in occasione di "DesignEd Asia 2012", evento chiave a livello internazionale per docenti, ricercatori, trend analyst e designer, organizzato dall’Hong Kong Polytechnic University, School of Design.

Frequentare un master MFI rappresenta un'opportunità unica a livello culturale, personale e professionale e consente inoltre di trascorrere un intero anno a Milano, una delle principali capitali mondiali della moda.

Milano Fashion Institute è il primo istituto interuniversitario in Italia per l'istruzione superiore nell'
industria della moda. Fondato nel 2007 dalle tre università milanesi più importanti che hanno già lavorato nel settore della moda: Università Bocconi (classificata 6 ° Worldwide, Master in Management, Financial Times, 2018), Università Cattolica Sacro Cuore (classificata tra le prime 100 università del mondo, 2018) e il Politecnico di Milano (classificato tra le 20 migliori università del mondo in tutte e tre le aree: 17 ° in Ingegneria, 9 ° in Architettura e 5 ° in Design, QS, 2019).​

UNIVERSITÀ FONDATRICI

Politecnico


Il Politecnico di Milano svolge attività didattica nel campo della moda in seno alla Facoltà del Design, la più grande scuola di design a livello europeo per numero di studenti e docenti e per le infrastrutture didattiche e di ricerca di cui dispone. 
Offre percorsi di Laurea e Laurea Magistrale in Design della Moda con una Faculty che abbraccia per competenze non solo il campo del design dell'abbigliamento, ma anche degli accessori, del packaging, della comunicazione e del retail. 
Grazie inoltre alla presenza di dipartimenti che operano in diversi ambiti disciplinari, sono coinvolti docenti e ricercatori delle discipline scientifico-tecnologiche, economico gestionali e storico-critiche. 
Nel 2007 il Politecnico ha inaugurato un progetto di collaborazione con il Fashion Institute of Technology di New York che comprende numerose attività congiunte per docenti e studenti delle due Università, affermando una forte vocazione all'internazionalizzazione già consolidata attraverso relazioni con le più importanti scuole di fashion design a livello mondiale. 
Accanto all'attività didattica è presente una intensa attività di ricerca nel campo del tessile, dell'abbigliamento, degli accessori, della comunicazione e del retail per la moda, che coinvolge importanti istituzioni pubbliche e aziende private. 
 

Bocconi


L'Università Bocconi ha sviluppato da diversi anni un' intensa attività di ricerca e di formazione manageriale nel settore moda, lusso e lifestyle, attraverso una faculty interdisciplinare in cui si integrano docenti interni di estrazione accademica ed esterni di estrazione professionale. 
Un aspetto qualificante di tale attività è l'intensità delle relazioni con il sistema delle imprese e dei soggetti istituzionali del settore, che accanto alle attività didattiche consente la realizzazione di stage, field project, progetti di tesi, testimonianze, ricerche, job placement, che nel loro insieme alimentano continuamente un patrimonio di conoscenze esclusivo a livello nazionale e internazionale. 
 

Cattolica


L'Università Cattolica del Sacro Cuore si occupa di moda attraverso le attività scientifiche e didattiche del suo Centro per lo studio della moda e della produzione culturale (Modacult). 
Il Centro, fondato nel 1996, ha reputazione internazionale per lo studio sociologico della moda, analizzata per le pratiche comunicative che hanno luogo in tutta la filiera produttiva, dalle fasi progettuali ed esecutive, a quelle di distribuzione, promozione e consumo. Il centro coordina un master universitario di I livello in "Comunicazione per le industrie culturali", nel quale alla moda è dedicata una parte rilevante. Per le attività di ricerca e di formazione il Centro ha stabili rapporti con soggetti e imprese che operano nel campo della moda, ai diversi stadi della filiera, nonché con un'ampia rete internazionale di studiosi di Fashion studies.

GOVERNANCE

Il Consorzio interuniversitario Milano Fashion Institute è stato fondato nel 2007, dopo una gestazione durata alcuni anni per la messa a punto del progetto formativo e di ricerca. La governance del Consorzio è affidata al Consiglio Scientifico e al Consiglio Esecutivo.

Il Consiglio Scientifico

Il Consiglio Scientifico è l’organo di governo amministrativo del Milano Fashion Institute. Si compone di 6 membri, e precisamente:
2 Rappresentanti dell’Università Commerciale Luigi Bocconi
2 Rappresentanti del Politecnico di Milano
2 Rappresentanti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore
 

Guido Corbetta

Professore Ordinario di Strategia e politica aziendale e di Strategia delle aziende familiari presso l'Università Bocconi, è responsabile dei programmi formativi dell'Università nei settori moda e design. Prorettore Area Graduate e Direttore del Centro di Ricerca Imprenditorialità e Imprenditori (EntER) dell'Università Bocconi, docente senior dell'area strategia della SDA Bocconi, svolge attività di ricerca e di docenza in corsi executive anche presso le seguenti business schools: IESE di Barcellona (Spagna), AESE di Lisbona (Portogallo), Loyola University di Chicago (USA). 
 

Laura Bovone

Professore ordinario di Sociologia della Comunicazione nella Facoltà di Scienze Politiche dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, dove dirige il "Centro per lo studio della moda e della produzione culturale" e il Master Universitario di primo livello "Comunicazione per le industrie culturali". Ha coordinato progetti di ricerca nazionali e/o sottoprogetti locali in programmi europei sui temi delle professioni dell'industria culturale, delle imprese culturali come fattore di sviluppo urbano e dei consumi responsabili. 
 

Arturo Dell'Acqua Bellavitis

Vicepresidente della Fondazione Triennale di Milano e professore ordinario di Disegno Industriale, ricopre il ruolo di direttore del Dipartimento INDACO - Industrial Design, Arte, Comunicazione e Moda del Politecnico di Milano. E' estensore del progetto del Museo del Design presso la Triennale di Milano. Ha tenuto corsi e seminari in numerose università europee ed extraeuropee. Ha partecipato a conferenze sul design in numerosi musei esteri. E' autore di saggi e memorie. 
 

Carla Lunghi

Ricercatrice di Sociologia dei processi culturali presso l'Università Cattolica di Milano dove insegna Comunicazione sociale e L'evoluzione del Made in Italy. Collabora con il Centro di ricerca Modacult dello stesso Ateneo. Tra le sue pubblicazioni, "Culture creole: Imprenditrici straniere a Milano" (Angeli 2003) e, insieme a E. Montagnini, "La moda della responsabilità" (Angeli 2007). 
 

Paola Varacca

Docente presso il dipartimento Management dell’università Bocconi. Le sue principali attività di ricerca sono: Business Administration, Strategia, Fashion, Design e Jewelry. Tra le sue recenti pubblicazioni ricordiamo: "Moda, lusso e design: gestire la competizione simbolica al di là dei confini di settore (con D.Ravasi)"; "Goldsmithing and jewelry: the market" (with A.Catalani) in A.Cappellieri (editor), Jewelry today, Mondadori Electa, 2010.
 

Alba Cappellieri

E' professore ordinario al Politecnico di Milano dove insegna Design del Gioiello e dell'Accessorio. Dal 2014 è direttore del Museo del Gioiello di Vicenza e dal 2015 è presidente della Women Jewellery Association Italy.
E' direttore del Master in Fashion Accessories, del Corso di Alto Perfezionamento di Design del Gioiello e presidente del Corso di Laurea in Design della Moda. Ha curato numerose mostre ed è autrice di importanti pubblicazioni che hanno cambiato la percezione del gioiello come "Gioielli del XX secolo, dall'Art Nouveau al Design Contemporaneo." (Skira 2010). Collabora con le principali realtà aziendali ed editoriali di questi settori.
 

Direttore Generale

Nicola Guerini

Si è laureato presso l'Università Bocconi in M.Sc. Economia & Management per Arte, Cultura e Comunicazione. Si è specializzato nell'area del Corporate Strategy, Imprenditorialità e Business Planning e nella gestione delle imprese di moda, per la quale è attualmente coinvolto nei corsi di laurea presso l'Università Bocconi e altre Istituzioni Universitarie. Insegna anche corsi executive nella Strategic Area della SDA Bocconi Business School riguardo al Cross Cultural Management.

E-mail: nicola.guerini@milanofashioninstitute.it

MILANO

Il forte legame tra Milano e la moda, costituitosi a partire dalla seconda metà del secolo scorso, non si esaurisce nella presenza di negozi e atelier tipici delle città più cosmopolite del mondo. Milano è la sede di oltre 600 showrooms e 3000 aziende del sistema moda. In città risiedono inoltre gli studi di pubbliche relazioni e uffici comunicazione tra i più attivi e importanti a livello internazionale. E non solo. A Milano e provincia sono attive tutte le realtà che compongono la filiera del sistema moda: studi fotografici, agenzie di scouting, realtà produttive, sistema dell'editoria di settore e i ben conosciuti format distributivi, tra i più evoluti e innovativi su scala globale. E' qui inoltre che hanno sede le principali associazioni di categoria, come Camera Nazionale della Moda Italiana e Sistema Moda Italia. 

Milano non è soltanto sistema delle professioni e della produzione ma anche palcoscenico della moda a livello globale: gli eventi vetrina più importanti del Sistema Moda, come Milano Collezioni, MIPEL (Mercato Internazionale della Pelletteria), MIDO (Mostra Internazionale di Ottica), MICAM ShoEvent (Salone Internazionale della Calzatura), Milano Unica (Salone Italiano del Tessile), catalizzano la presenza degli operatori di settore da tutto il mondo durante tutto l'anno. E' sempre a Milano che è iniziata la costruzione della "Città della Moda" e di "City Life" con l'obiettivo di rafforzare ulteriormente questo ruolo di palcoscenico comunicativo, commerciale e culturale. 

A livello culturale, Milano è una città dove la storia è presente in modo significativo e soprattutto dove l'arte è viva e strettamente connessa ai fenomeni culturali che caratterizzano la contemporaneità come il design e la moda stessa. Il Teatro alla Scala, il Duomo, Palazzo Reale, il Castello Sforzesco, il Teatro degli Arcimboldi, la Triennale, la Pinacoteca di Brera, il Museo Poldi Pezzoli, il Museo del Novecento e il Museo della Moda di Palazzo Morando sono i simboli principali di un esteso sistema di luoghi di cultura che ospitano eventi e manifestazioni durante l'intero anno. 

Milano offre anche moltissime opportunità di divertimento e svago: i ristoranti e locali di Brera e dei Navigli, le boutique del quadrilatero della moda e i department store di corso Vittorio Emanuele, gli showroom dei più importanti nomi del design contemporaneo, le numerose manifestazioni, come il Salone del Mobile e gli eventi del Fuorisalone, oltre a un diffuso tessuto di piccole boutique che animano la vita di molti quartieri anche al di fuori del più conosciuto centro storico. Milano è inoltre luogo di antica tradizione sportiva, le cui squadre sono tra le più titolate a livello europeo e mondiale, negli sport maggiori e in quelli minori.
Infine, Milano è al centro d'Europa, con il più importante nodo ferroviario del Nord Italia, oltre 80 km di reti metropolitane (e due nuove linee in costruzione), e 280 km di linee tramviarie.

Milano Fashion Institute tel. +39.02.3031.6640 fax. +39.02.58362530 - P.Iva 06122860965 - Designed by 7276 & 4Sigma